19 febbraio 2011

HAE1971001W00005-19
Erich Hartmann USA. New York City. 1981. Woman and Cat on bed. Magnum Photos

A febbraio le giornate iniziano ad allungarsi, ma fa ancora freddo ed alle 6pm è già quasi buio.

Partii presto quel sabato, non volevo arrivare in ritardo al nostro primo appuntamento. La giornata era grigia e c’era anche un po’ di nebbia, sulla strada per Pavia, ma almeno aveva smesso di piovere. Ero emozionata. Ci saremmo riconosciuti sicuramente, in fondo eri stato tu a trovarmi tramite il web ma non mi avevi mai vista. Io invece sì, ti avevo visto in una fotografia e mi ero subito innamorata. Poi però la foto era sparita poche ore dopo ed io non avevo avuto modo di scaricarla e riguardarla ancora. Questa cosa non l’ho mai capita, è rimasta sempre un mistero per me. Ma in fondo non mi importava. In realtà mi importava solo che entro poche ore saresti stato a casa con me e sarebbe iniziata la nostra convivenza. Ero euforica. Non mi ero proprio posta il dubbio che potesse non funzionare, che avremmo potuto non andare d’accordo o che tu avresti potuto avere un brutto carattere. Davo per assodato che tutto sarebbe andato bene perché non avrebbe potuto essere diversamente. Quando arrivai all’appuntamento la tua auto non c’era ancora. Il parcheggio della piccola stazione di servizio lungo la statale era semi deserto e quasi buio. Parcheggiai e mi misi ad aspettare.  Continua a leggere “19 febbraio 2011”

Annunci

10 agosto 2011

Downtown, New York, 1947 Henri Cartier-Bresson MagnumPhotos
Downtown, New York, 1947 Henri Cartier-Bresson MagnumPhotos

Quel desolato pomeriggio di agosto salvai la tua piccola vita.
Continua a leggere “10 agosto 2011”

nulla sarà più come prima

Babelfish – racconti dell’Era dell’Acquario di Gino Pitaro Edizioni Ensemble 2013

babelfishScorrendo l’indice non ho avuto dubbi: il primo capitolo che avrei letto sarebbe stato l’ultimo, Ringraziamenti, il dietro le quinte dove Gino Pitaro narra in poche incisive parole l’iter che autore e testo hanno percorso insieme. Giusto la punta di quell’iceberg sommerso che è l’intimo insondabile rapporto che lega l’uno all’altro.  Continua a leggere “nulla sarà più come prima”

la campana di vetro

La campana di vetro di Sylvia Plath Oscar Mondadori 1992

la-campana-di-vetroOssessionata dall’esecuzione dei coniugi Rosenberg Esther, con macabra lucidità nell’ingannevole frescura dell’afosa estate newyorkese, inizia a prendere coscienza della realtà altrettanto ingannevole di una società falsata e dissociata della quale si sente di giorno in giorno sempre meno parte. Continua a leggere “la campana di vetro”

la bellezza del mondo

Piccole Donne, Piccole Donne crescono – Louisa May Alcott – Viglongo Editore 1949

alcott-1949-reszPer una curiosa coincidenza proprio questo sabato ho trovato a casa dei miei genitori i primi due libri della famosa saga di Louisa May Alcott, nell’edizione del 1949, correlata di commovente dedica di mia nonna a mia madre ed a mia zia allora bambine. Un po’ per nostalgia un po’ per curiosità li ho riletti in un week end, con nella pancia le emozioni di ieri e in bocca il gusto di parole conosciute a memoria che acquisivano poco a poco un sapore nuovo. Ma che fosse una tetralogia strutturata l’ho scoperto solo oggi, Continua a leggere “la bellezza del mondo”

[dualità ed unità]

Hermann Hesse da Psychologia Balnearia 1923 trad. Katja Tenenbaum in Favola d’Amore Nuovi Equilibri Editore 1996

hermann-hesse-favola-damoreVorrei trovare un’espressione per la dualità, vorrei scrivere capitoli e frasi dove fossero sempre visibili contemporaneamente canto e controcanto, Continua a leggere “[dualità ed unità]”

Dayènu, ci basta. Sul colle dei Getsemani

Erri De Luca da La faccia delle nuvole Feltrinelli Editore 2016

La notte prima di costituirsi al suo destino salì su una collina.  Continua a leggere “Dayènu, ci basta. Sul colle dei Getsemani”