ti vedo scrutarmi

stazione centrale-pepi-merisio-milan-1955
Pepi Merisio Milano Stazione Centrale 1955

Ti vedo scrutarmi
sotto le ciglia, poi volti
le pupille. Di che hai paura,
tu?
       del cigolio delle ginocchia
       sulle rotaie? o delle lacrime
       di ruggine? dei chiodi
       della croce, o delle tue mani
       onde?

Pesa la collezione di
dolori che fai tuoi, poi
un timbro sulla bocca.
       un bacio? uno,
       uno che sono cento,
       o una preghiera? una,
       una che sono mille

maria luisa paolillo 
QFS_mlp 2017

Annunci

2 thoughts on “ti vedo scrutarmi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...