Salmo 4

nella versione poetica di Davide Rondoni

boy and lamb sleeping Unknown PhotographerDi Davide. Al maestro del coro. Per strumenti a corda.

Quando ti invoco
                                  rispondimi,
                                                         Dio,
tu che sei la mia giustizia:
                                                   dall’angoscia
mi hai strappato, pietà
di me, la mia preghiera
                                               ascolta.

Fino a quando, figli nobili
dell’uomo,
sarete duri nel cuore…
Perché a quel che è vano
                                                date amore
e alla menzogna vi volgete?
Sappiate
che il Signore i prodigi riserva
al fedele, che il Signore mi ascolta
                                                                  quando lo invoco.

Tremate, peccate no,
sul giaciglio di notte pensate,
                                                         e placate
i vostri pensieri.
                              Sacrifici offrite
di azioni giuste, solo confidate
in chi è il Signore.

Dicono in molti:

“Chi ci farà vedere il bene?”.
Splenda su di noi, Signore, la luce
che viene dal Tuo volto.
Più gioia hai messo nel mio cuore
di quando abbonda il vino e cresce
molto il grano.

In pace mi addormento, rapido viene

il sonno lontano.
                                  Tu solo, Signore,
sei la speranza che mi fa riposare.

Annunci

2 thoughts on “Salmo 4”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...