II.

Patrizia Valduga da Requiem

Oh pade padre, patria del mio cuore,

per tanto tempo solo col tuo male,

per giorni e giorni e notti di terrore,

come in una sequenza cerebrale

ti vedo solo, solo e senza amore,

annegare tacendo nel tuo male

tra chi sa e capisce e non sa amare

e chi no sa capire, e non sa amare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...