anima sangue e inchiostro

Il gioco dell’angelo by Carlos Ruiz Zafón Arnoldo Mondadori Editore 2008

Una prosa coinvolgente spennellata di similitudini e parallelismi surreali che, abbondanti nella lunga narrazione, stridono a volte come una vecchia porta spinta a forza su cardini arrugginiti, lasciando però, nella descrizione degli scenari, molto spazio alla fantasia del lettore. Una narrazione incalzante, inquietante e dolorosa, ricca di dettagli purtroppo spesso persi lungo la strada, tanto da chiedersi dentro quale crepa nel muro siano caduti alcuni particolari interessanti. Una trama cinica ed oscura disegnata sul mito dello scrittore maledetto e della follia che, inevitabilmente, pervade chi scrive con l’anima e il sangue misti all’inchiostro.

Secondo racconto di una trilogia più di nome che di fatto, in quanto in grado di porsi come libro indipendente, si srotola sui sentimenti torbidi e sui velenosi rancori di chi non crede in nulla, certo solo, nella propria astiosa presunzione, di non avere mai avuto un’occasione nella vita. Rimbalza sulle curve spigolose di passioni soffocate nel sottovuoto di feroci menzogne, sferzanti silenzi e livorose ironie, mentre l’amore resta congelato in una vetrina di libreria, o in una parola o una pagina che incontrano il destinatario fuori tempo massimo.

La partita qui non si gioca tra il Bene e il Male ma sul bipolarismo del Male stesso, che sdoppiando la realtà uccide il Bene alle origini del Tempo con il solo fatto di esistere. Spietato e benevolo, accattivante e suadente, subdolo ed efferato, dolce come 100 zollette di zucchero e greve come l’alito dei fiori morti, nel quale un Dorian Gray instabile e vile vende la propria anima a sé stesso e, senza speranza, lascia il lettore con l’amaro dubbio che il riscatto finale non sia la salvezza ma solo un’altra immagine riflessa nel gioco degli specchi.

Maria Luisa Paolillo
QFS_mlp

Annunci

2 thoughts on “anima sangue e inchiostro”

  1. Bellissimo libro…in realtà tutta la trilogia è stupenda, certo ho fatto un po’ confusione leggendo per primo L’ ombra del vento, solo alla fine mi sono reso conto che faceva parte di una storia più complessa e allora ho letto anche Il prigioniero del cielo e Il gioco dell’angelo! 😃 Saluti! Antonio

    Liked by 1 persona

    1. ciao Antonio, sì è un libro molto bello anche se non al livello de L’OdV ma con un andamento che lo rende abbastanza autonomo, per questo ho scelto di fare una recensione a sé stante. Avere un po’ di disorientamento è normale nelle opere composte da più volumi, capita anche a me, perché l’autore conosce il piano dell’opera ma il lettore no 😀 Inoltre non mi risulta che Zafon all’epoca avesse annunciato che L’OdV fosse il primo di una tetralogia: occhio, il 17.11.16 esce El labirinto de los espiritos e a seguire il 22 la traduzione italiana… speriamo che sia l’ultimo!! 😀
      grazie per lo stimolante commento
      buone letture 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...