burnout

Inferno di Davide Brioschi edited by Emergenza Scrittura

Davide Brioschi nel suo ultimo racconto pubblicato da Emergenza Scrittura, calpestando ancora  il territorio medico che pare essergli particolarmente congeniale, denuncia un fenomeno del quale sempre più si è al contempo vittime ed inerti accusatori.

Ma nel fanta (ne siamo sicuri??)-ospedale di Davide le vittime mietute dalla guerra dei like diventano gli inconsapevoli carnefici dei loro caregivers sanitari. Tra giovani pazienti dissociati, infermiere da licenziamento in tronco e un medico da denuncia ai sindacati, la devastazione psicologica si aggira come un infido batterio che non risparmia nessuno.

Si delinea così un quadro agghiacciante delle conseguenze che la dipendenza dai social networks può causare. Un feroce circolo di maglie che si addentano l’un l’altra, senza che vi sia il benché minimo spiraglio di luce in fondo al tunnel.

Lo svolgimento è un po’ approssimativo e ridondante di tecnicismi, ma sostenuto di spunti di acuta visionarietà dalla vena grottesca e dissacrante.

Viene dunque da ritornare al titolo chiedendosi quale sia il vero inferno: se l’essere vittima, diretta o indiretta, consapevole o inconsapevole, del morbo social, o l’avere di fronte ad esso un nulla, fatto di afinalistiche frasi somministrate con condiscendenza ai disperati pazienti, e semplicistiche soluzioni familiari, come quella descritta nel finale

QFS_mlp

Inferno Davide Brioschi Emergenza Scrittura

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...